Coming Soon: 7 novembre “Sognando Rugantino” presso il Tinello

In questa nuova ed esilarante edizione de La Roma Papalina, “Sognando Rugantino”, Cesare e Severinetta, due attori squattrinati, cercano di sopravvivere nella Roma di inizio ‘900 portando in scena classici teatrali al fantomatico Teatro Quirinuccio…Dopo essersi sparsa la voce che all’osteria del Sor Targhini i poeti famosi non pagano mai il conto (proprio qui, nelle precedenti edizioni, sono comparsi: Giuseppe Gioacchino Belli, Trilussa, Ettore Petrolini e William Shakespeare) i due tentano la fortuna intrufolandosi tra il pubblico, ma ancora non sanno che l’osteria è passata nelle mani dello scapestrato garzone Romoletto, abbandonato da tutti e alle prese con avventori desiderosi di vedere Rugantino…
Le due ore circa di spettacolo saranno accompagnate da piatti unici della romanità.
Il popolo si calerà così nell’atmosfera di quella Roma perduta – che oggi ha dimenticato la sua stessa romanità – grazie al giovane Rugantino, al saggio Mastro Titta e alla bella Rosetta.
Una serata all’insegna delle risate, della buona cucina e del buon vino!

loandina-7-novembre-web

Annunci

Coming Soon: 2 agosto “Io, Dante e Beatrice” al Festival (ac)Cenni di (con)TempORAneo

Di nuovo in scena con “Io, Dante e Beatrice” questa volta in una location tutta nuova:
Festival di Cultura Contemporanea
(ac)Cenni di (con)TemORAneo 2015 XII edizione
Festival di Cultura Contemporanea
31 Luglio / 9 Agosto 2015 San Michele in Teverina – Civitella d’Agliano (VT)

locandina2agosto

Coming Soon: 10 luglio “Io, Dante e Beatrice” al Teatro Porta Portese

Un tavolo, un uomo, un taccuino, una penna e un bicchiere di vino rosso. Stanchezza e rassegnazione in quell’ultimo tentativo di tirar fuori dalla penna una poesia.
Tale è l’atmosfera che accoglie il pubblico in sala; la stessa atmosfera che regna nell’animo di Dante, giovane poeta in cerca di ispirazione. Il ragazzo frequenta sempre il solito locale, beve sempre il solito bicchiere di vino rosso. Conosce, apparentemente per sbaglio, Beatrice, avventrice del locale, la quale aspetta ogni sera la sua amica, Beatrice. I tre sembrano già conoscersi, ma ogni tentativo di far luce sui loro deja vù li riporterà ogni volta all’inizio dello spettacolo. Vivranno questa condizione di limbo finché non scopriranno la verità su chi sono e come sono finiti lì, in attesa di capire se il loro amore sarà più forte del caldo inferno o del dolce paradiso.
Una commedia surreale dai risvolti ironici e a tratti drammatici, in cui la recitazione s’intreccia con la performance fisica degli attori, cercando di spingersi verso la più profonda sperimentazione emotiva.

Locandina io dante e beatrice

Coming soon: 19 giugno in scena al Teatro Spazio Uno di Roma

“Cantami, o Diva, del cinico Bernie/ l’ira funesta che infiniti addusse/ lutti alla famiglia Brottons, molte anzi tempo all’Orco/ generose travolse alme d’eroi,/ e di cani e d’augelli orrido pasto/ lor salme abbandonò (così di Giove/ l’alto consiglio s’adempìa), da quando/ primamente disgiunse aspra contesa/ il re dei Bottoni di Sughero e il cinico Bernie…”
Se ne raccontano tante di storie, nonchè di leggende…ma una chimera, l’avete mai vissuta? Non credo vi sia stato possibile…Fossi in voi non mi perderei questa occasione.

19 giugno, Teatro Spazio Uno, ore 21.00, Roma.

locandina-18-giugno-web

Save the Date: 19 giugno in scena al Teatro Spazio Uno di Roma

  “La Fabbrica dei Bottoni di Sughero” come non lo avete mai visto!

Al Teatro Spazio Uno, storico e suggestivo teatro romano, in un luogo romantico e ricco di atmosfera come Trastevere, la Compagnia Quattr’etresette ripropone il suo cavallo di battaglia in chiave ancor più surreale e sperimentale.

Per info e prenotazioni seguiranno aggiornamenti.

Restate connessi!

Coming Soon: Sabato 7 marzo torna “Trilussa e Roma”!

Roma papalina 7 Marzo 2015

Dopo il grande successo della prima, torna a VillaUlpia il nostro spettacolo La Roma Papalina: Trilussa e Roma !!!
Sarà la nostra 27esima replica complessiva dell’ormai affermato format La Roma Papalina. Anche stavolta dal Sor Targhini, nella sua mitica osteria romana di metà ottocento, accadrà la magia: Trilussa, nel fiore degli anni più produttivi della sua carriera poetica, verrà catapultato in un tempo antecedente la sua stessa nascita, e si ritroverà a dover intrattenere quel pubblico antico che mai lo avrebbe conosciuto altrimenti, e quel pubblico presente che di lui ha potuto solo ascoltarne le glorie…voi!
Avete prenotato? No? Fatelo qui:
Chiamate Villa Ulpia 347.36.15.382 - 335.10.01.020 
e dite che siete amici della 
Compagnia Quattr'etresette!